Erba medica disidratata

Pellet di erba medica

Pellet di erba medica

Rispetto ai foraggi di graminacee ed al silomais, l'erba medica disidratata si caratterizza per alcune importanti peculiarità nutrizionali:
L'elevato apporto di proteina che permette in sede di formulazione della razione una consistente riduzione nell'utilizzo di concentrati proteici (soia, glutine, semole, ecc.);
il moderato contenuto di fibra (NDF) che consente di elevare la quota di foraggio presente nella razione senza deprimere eccessivamente la digeribilità e l'ingestione da parte dell'animale;

Caratteristiche erba medica disidratata

L'alto potere tampone, derivante soprattutto dalla frazione della lignina e delle pectine presenti nella parete cellulare della leguminosa, che a livello ruminale contribuisce al mantenimento di un pH più idoneo alla crescita dei microrganismi più utili a fornire un quadro fermentativo favorevole alla sintesi del latte;
Rapporti di Calcio organico, ß-carotene, colina e vitamina E che svolgono un ruolo imporatnte nella sfera produttiva, sanitaria e riproduttiva della bovina da latte.
Contenuto di proteina grezza, di frazioni fibrose (NDF) e potere tampone di alcuni foraggi.



Produttività e composizione dell’erba medica


Produzione erba medica disidratata per la zootecnia

Nel razionamento della vacca da latte, l'utilizzo dell'erba medica disidratata permette l'ottenimento di più elevate produzioni con un minore ricorso all'impiego di mangimi concentrati. Ciò comporta una diminuzione del costo di alimentazione della bovina e soprattutto una limitazione nella comparsa di problemi metabolici, primo fra tutti quello dell'acidosi ruminale.

Erba medica: pianificare produzione e qualità



>Effetto del tipo di foraggio sull'efficienza produttiva della vacca da latte

Effetto del tipo di foraggio sull'efficienza produttiva della vacca da latte (da Van Soest, 1982 modificato)

Descrizione dell'erba medica (disidratata)

L'erba medica è la pianta più importante delle piante foraggiere. In questo modo agricoltori e allevatori definisciono l'erba medica (conosciuta da millenni), originaria dell'Asia sud-occidentale e diffusasi in Europa attraverso la Grecia.
In Italia viene chiamata anche Erba Spagna, mentre nel resto del mondo è conosciuta con il nome di origine arabo: Alfa Alfa. La tecnologia di disidratazione dei foraggi si sta rapidamente evolvendo, perchè rispetto alla fienagione minimizza le perdite di sostanze nutritive e soddisfa le esigenze delle vacche che necessitano di ingerire alimenti fibrosi.L’erba medica dopo lo sfalcio, rimane ad seccare al sole per alcuni giorni e successivamente viene raccolta con carri trincianti e portata allo stabilimento, dove viene sottoposta ad un processo di essiccazione. Il confezionamento prevede la compressione in balloni da 400 o 500 kg, o in ballette reggettate, o la cubettatura in pellet.
Le proprietà dell’erba medica disidratata, variano a seconda del taglio, della maturazione e delle condizioni climatiche.
Per l’alimentazione diretta delle vacche, l’erba deve essere raccolta alla fine della 4° settimana di maturazione, trinciata lunga circa 8 o 10 cm, portata al disidratatore e disidratata ad una temperatura non eccessivamente elevata. Per l’industria mangimistica, i tagli migliori sono gli ultimi, quando la pianta, sviluppa meno gambo e più fogliame. Il pellet ottenuto dall’erba medica disidratata, contiene normalmente una quantità di proteine superiore di tutta la sostanza secca.
L’erba medica disidratata è migliore, più vantaggiosa del normale fieno di medica ed infine è più economica, infatti il comune fieno è solitamente più dispendioso e meno utile rispetto all’erba medica disidratata, perchè il trasporto costa il doppio a causa del diverso peso.
L’utilizzo di erba medica disidratata dà per certo più salute, maggior benessere fisico del bestiame, un incremento della produzione e della percentuale di grasso, ed infine un miglioramento della qualità del prodotto ottenuto.

Caratteristiche dell'erba medica (disidratata)

L'erba medica è una pianta ricca di proteine, minerali e vitamine, con una produttiva quinquennale.
Permette inoltre di arricchire il terreno con nutrienti indispensabili alle piantagioni che la utilizzano ed è un fattore fondamentale per ottenere salute e vigore per il bestiame.

Perchè disidratare l'erba medica

La tecnologia della disidratazione artificiale, permette di raccogliere anche la parte fogliare (la più proteica) e una ottimale preservazione nel tempo grazie all'umidità residua molto bassa. Con la disidratazione viene aumenta la quantità per ettaro di proteine prodotte e si scongiurano i rischi di formazione di muffe e tossine e di ripresa di attività fermentativa post-trattamento.
Inoltre la disidratazione dei foraggi confronto la fienagione tradizionale, limita le perdite delle sostanze nutritive e soddisfa meglio le necessità delle mucche da latte che necessitano di ingerire alimenti fibrosi.
L'erba medica disidratata è nettamente migliore e più conveniente del normale fieno di medica anche a motivo della sua economicità. Infatti acquistare un fieno standard è lievemente più economico sullo specifico prodotto, ma meno efficace rispetto l'erba medica disidratata di buona qualità e meno vantaggioso dal punto di vista logistico per di più il trasporto di fieno costa il doppio del trasporto di erba medica disidratata a causa del diverso peso. Possiamo quindi affermare che l'utilizzo di erba disidratata permette di trarre una maggior qualità a parità di prezzo.

richiedi un'informazione gratuita



Privacy policy

Cond. Az. Agr. Forte Sarl, in conformità con l'art.13 del D.Lgs. 196/03, dichiara che: I dati vengono raccolti con la finalità di registrare l'utente e verranno trattati elettronicamente in conformità con le leggi vigenti. I dati potranno essere comunicati a soggetti delegati a espletare servizi connessi con il servizio in oggetto e diffusi esclusivamente nell'ambito delle finalità del servizio reso. L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/03. Titolare e responsabile dei dati raccolti è Cond. Az. Agr. Forte Sarl.

ACCETTO







i nostri marchi
Forte Agritrade Forte Wafer Forte Medica

Certificazioni

Tutto il ciclo produttivo dei nostri foraggi è effettuato con moderni macchinari ed è riconosciuto da 4 certificazioni internazionali per garantire forniture di qualità e soddisfare le esigenze nutrizionali degli animali.

Convenzione n° 059